di circolomanifestotrieste

L’Associazione “Tina Modotti” invita alla 
presentazione dell’ultimo libro di Annamaria Rivera
“La città dei gatti. Antropologia animalista di Essaouira”, 
Edizioni Dedalo, Bari, 2016

sabato 12 novembre 
ore 18.00
Libreria Lovat 


Introdurrà l’incontro Gianluca Paciucci

http://www.edizionidedalo.it/la-citta-dei-gatti.html

Con stile vivace e intrecciando la narrazione in prima persona con l’analisi antropologica, l’autrice disegna un ritratto singolare di questa città del Sud-Ovest del Marocco, contraddistinta da una presenza di gatti così numerosa e accettata da segnare nettamente il paesaggio urbano. Il volume, corredato da un apparato fotografico inedito, ha per tema centrale il rapporto degli abitanti di Essaouira con i gatti, ma anche con i gabbiani e i cani: questi, all’opposto dei primi, di solito poco apprezzati nelle società a maggioranza musulmana. Rivera mostra come al carattere cosmopolita della città e alla sua pluralità culturale e religiosa corrispondano relazioni con i non-umani per lo più guidate da tolleranza, empatia, compassione. E ciò riguarda soprattutto gli strati subalterni della società, che si concedono così quel che l’autrice definisce “il lusso dei poveri”. Ciò nonostante, anche qui si pratica il sacrificio rituale di animali, tema cui l’antropologa dedica una parte della sua riflessione.

Recensione di Gianluca Paciucci su Il Manifesto
http://www.edizionidedalo.it/include/63298_20160505_Il_Manifesto.pdf

ANNAMARIA RIVERA, già docente universitaria di Etnologia e di Antropologia sociale, tuttora saggista nonché collaboratrice de il manifesto e di MicroMega. Altre pubblicazioni: La guerra dei simboli. Veli postcoloniali e retoriche sull’identità (2005), La Bella, la Bestia e l’Umano (2010), Il fuoco della rivolta (2012). E’ autrice anche del romanzo Spelix (2010).

Annunci