di circolomanifestotrieste

Peter Rossman: CETA, cosa c’è dentro al pacco

http://www.sinistrainrete.info/index.php?option=com_content&view=article&id=8217:peter-rossman-ceta-cosa-c-e-dentro-al-pacco&catid=28:globalizzazione&Itemid=133)

CETA, cosa c’è dentro al pacco

di Peter Rossman

Dal blog Transition (
http://www.sinistrainrete.info/index.php?option=com_content&view=article&id=8217:peter-rossman-ceta-cosa-c-e-dentro-al-pacco&catid=28:globalizzazione&Itemid=133
), di Domenico Mario Nuti, traduciamo un post ospite sul CETA, l’accordo economico e commerciale tra Canada e UE: se ne è parlato molto meno di quanto si sia parlato del TTIP, si sta silenziosamente avvicinando alla conclusione, e non è meno pericoloso né meno foriero di disastri. Come tutti i trattati di questo tipo, contiene una vera e propria espropriazione della democrazia a favore dello strapotere delle multinazionali. Sono garantite al di sopra di tutto le aspettative di guadagno degli investitori internazionali: e per farlo si schiacciano e impediscono leggi e regolamenti nazionali volti a difendere l’interesse pubblico, i diritti dei lavoratori, la salute e l’ambiente Ospitiamo questo post sul CETA – l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE ed il Canada la cui ratifica è prevista per la fine di ottobre – a cura di Peter Rossman, responsabile di marketing e comunicazione presso l’IUF (International Union of Food, Agricultural, Hotel, Restaurant, Catering, Tobacco and Allied Workers’ Associations). L’articolo è frutto di una accurata lettura del trattato, ed è già apparso sul Global Labour Column ( http://www.global-labour-university.org/fileadmin/GLU_Column/papers/no_250_Rossmann.pdf ) edito da CSID (Corporate Strategy and Industrial Development, University of the Witwatersrand, Johannesburg). Ringraziamo l’autore per aver consentito la riproduzione del suo lavoro in questa sede. Esiste anche un precedente articolo più approfondito, intitolato “Trade Deals That Threaten Democracy (http://www.iuf.org/w/sites/default/files/TradeDealsThatThreatenDemocracy-e_0.pdf )”. (DMN)
* * * *
“Le Parti istituiscono un’area di libero scambio…” CETA Articolo 1.4.
“Il commercio, come la religione, è una cosa di cui tutti parlano, ma che pochi capiscono: il concetto stesso è ambiguo, e nella sua comune accezione, non precisato in modo adeguato.” Daniel Defoe, A Plan of the English Commerce (1728).
L’accordo economico e commerciale globale UE-Canada (CETA), come altri mega-trattati che incombono, è uno strumento generale per ampliare la portata degli investimenti transnazionali, riducendo la funzione tipica dei governi nazionali di legiferare nell’interesse pubblico.

Leggi tutto (
http://www.sinistrainrete.info/index.php?option=com_content&view=article&id=8217:peter-rossman-ceta-cosa-c-e-dentro-al-pacco&catid=28:globalizzazione&Itemid=133

Annunci