di circolomanifestotrieste

Dal 20 ottobre al 17 novembre Il Circolo Cinematografico Charlie Chaplin trasferirà la sua attività in via Valdirivo 30, presso il Centro Multiculturale Italo-sloveno, dove avrà luogo la decima rassegna di “Popoli in cammino – Cinema e migranti”, in collaborazione con il Comitato Pace, Solidarietà e convivenza “Danilo Dolci”. Quattro i titoli previsti: si inizierà giovedì 20con il film di Philippe Lioret “Welcome”; ambientato a Calais tratta il tema dell’immigrazione clandestina prendendo a pretesto la vicenda di un giovane curdo-iracheno intenzionato a raggiungere la sua fidanzata a Londra; presentato nella sezione Panorama del Festival di Berlino 2009, ha vinto il Premio LUX assegnato dal Parlamento europeo, ed ha ottenuto dieci candidature ai Premi César 2010, fra cui quelle per il miglior film e il miglior regista. A seguire il 27 ottobre verrà presentato il film dei fratelli Dardenne “Il matrimonio di Lorna”; premiato nel 2009 al Festival di Cannes per la miglior sceneggiatura, vi si racconta la storia di una giovane immigrata albanese che paga un tossicodipendente purché la sposi, in modo da poter ottenere la cittadinanza belga, salvo poi tramare per far morire il marito di overdose e ritornare libera da vincoli coniugali. Si riprende dopo il ponte di Ognissanti giovedì 10 novembre con il lavoro di Mohsen Makhmalbaf “Viaggio a Kandhar”; vi si racconta la storia (in parte vera, in parte inventata) di una rifugiata afgana di successo in Canada che ritorna nel suo paese in seguito al ricevimento di una lettera dalla sorella, rimasta in Afghanistan dopo la fuga della famiglia, in cui annunciava di volersi togliere la vita in occasione dell’ultima eclisse solare del millennio; presentato in concorso al 54º Festival di Cannes, si è aggiudicato il Premio della giuria ecumenica, nel 2001 ed il Federico Fellini Prize dell’Unesco, sempre nel 2001. Gran finale giovedì 17 con la registrazione dello spettacolo teatrale e musicale “L’Orda – L’odissea dei migranti italiani; lo spettacolo che si avvale delle musiche di Gualtiero Bertelli è un racconto commosso e carico di sogni, malinconie e paure, degli Italiani che un tempo cercavano una vita migliore nelle “Meriche”; tanto per ricordare che fino a trent’anni fa gli immigrati degli altri eravamo noi. Inizio delle proiezioni alle ore 20.30, ingresso ad offerta libera.

Annunci