«Io rinun­cio al mio cre­dito greco»

di circolomanifestotrieste

«Io rinun­cio al mio cre­dito greco», è una piccola-grande rispo­sta all’agguato di Ue e Fmi con­tro il governo di Syriza gui­dato da Tsi­pras. È il momento più dif­fi­cile per il nuovo ese­cu­tivo di Atene, demo­cra­ti­ca­mente eletto solo 5 mesi fa dopo il disa­stro della destra e della Tro­jka che ha por­tato alla crisi umanitaria.Ora Tsi­pras ha pre­sen­tato un piano con­tro l’asfissia finan­zia­ria. Ma l’Ue, con rapido vol­ta­fac­cia, dice ancora no: chiede il taglio delle pen­sioni e meno tasse alle imprese.

Insomma, torna la «vec­chia» lotta di classe. Aderisco alla iniziativa del mani­fe­sto che invita tutti i let­tori a sot­to­scri­vere la let­tera «io rinun­cio al mio cre­dito», a ripro­durla e a moltiplicarla, per dire forte e chiaro: Atene non è sola.

Alessandro Capuzzo, Trieste

Annunci