Riflessione condivisa sulle guerre e sui pericoli di guerra attuali.

di circolomanifestotrieste

La situazione mondiale vede il diffondersi di “muri”, separatezze cioè fra etnie sempre in contrasto l’una con l’altra. Ciò favorisce il dominio sui popoli spesso di tipo coloniale delle grandi potenze capitaliste.

Noi vorremmo invece che i popoli riuscissero sempre a trovare un’ unità d’intenti in direzione soprattutto della costruzione di un mondo nuovo. di una nuova umanità in cui il progresso sia non solo progresso tecnologico a vantaggio delle imprese (vedi Jobs act) ma a vantaggio di sempre migliori condizioni di lavoro e di vita di tutta l’umanità.

Tale fine può essere perseguito solo da chi vive della propria forza lavoro, dagli operai.

E’ la classe operaia che può, se unita, riuscire a battersi con successo per un nuova società ed è per questo che desideriamo rivolgerci con il prossimo convegno del 26 corrente mese, alle rappresentanze operaie, ai delegati di fabbrica della nostra provincia e di tutta la regione Friuli Venezia Giulia. che sappiano unire la loro voce a quella dei rappresentanti più coscienti delle nazionalità che 100 anni fa soffrirono per la guerra.Oggi invece, tali nazionalità hanno dei rappresentanti che si battono con coerenza si battono per la coesistenza tra i popoli, per l’internazionalismo in difesa della pace contro ogni pericolo di guerra.

Al convegno sarà data lettura di alcuni documenti provenienti da Austria, Italia e Slovenia.

Tale riunione vuole essere l’avvio di una riflessione condivisa sulle guerre e sui pericoli di guerra attuali.

IL COMITATO ORGANIZZATORE (già Comitato Lavoratori e Utenti per i Servizi Essenziali)

CASA DEL POPOLO “ANTONIO GRAMSCI” PONZIANA VENERDI 26 GIUGNO ORE 18

SIP 23.6.2015

Annunci