di circolomanifestotrieste

COMUNICATO STAMPA.

 

Il 1° luglio 2015 alle ore 18.30 presso la sede dell’Associazione culturale “Tina Modotti”, sita in via Ponziana n° 14 (Trieste) si terrà un incontro di studio sulla figura di ANGELO VIVANTE (1869 – 1915), intellettuale socialista triestino che esattamente un secolo fa si tolse la vita. Figlio di un’importante famiglia della borghesia ebraica triestina, il direttore de “Il Lavoratore” e l’autore di “Irredentismo adriatico” (1912) si segnalò per una militanza integerrima, animata da profonde concezioni pacifiste e dal sogno concreto dell’amicizia tra i popoli italiani e slavi, nella specifica situazione del capoluogo giuliano. Lo scoppio della Prima guerra mondiale, che Vivante cercò di evitare con tutte le forze, peggiorerà le sue condizioni di salute e contribuirà a spingerlo al suicidio.

A rievocarne le vicende saranno Anna Millo, docente di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Bari, e Fulvio Pappucia, già insegnante nel campo dell’educazione per gli adulti. Invierà una comunicazione scritta la storica Marina Rossi.

Ingresso libero.

ASSOCIAZIONE CULTURALE TINA MODOTTI

“…anche le idee sono contente quando gli esseri umani si incontrano…”

MERCOLEDÌ 1° LUGLIO

ore 18.30

VIA PONZIANA, 14 – TRIESTE

le cittadine e i cittadini sono invitate/i all’incontro

LA “PAROLA CONTRARIA”DI

ANGELO VIVANTE

cent’anni dopo la tragica fine

dell’intellettuale socialista triestino

parteciperanno:

Anna Millo

docente di storia contemporanea all’Università degli Studi di Bari

Fulvio Pappucia

già insegnante nel campo dell’educazione per gli adulti

invierà una comunicazione scritta:

Marina Rossi

storica

Annunci