Iniziative Libreria LOVAT

di circolomanifestotrieste

Gentili clienti,
abbiamo il piacere di comunicarvi che GIOVEDI’ 21 MAGGIO alle ore 18:00 STEFANO BENNI sara’ ospite della libreria Lovat per firmare le copie del suo ultimo libro CARI MOSTRI (Feltrinelli, 2015).

Sul libro: con meraviglia e destrezza STEFANO BENNI scende negli anfratti del Male per mettere disordine e promettere il brivido piu’ cupo e la risata liberatoria. E in entrambi i casi per accendere l’immaginazione intorno ai mostri che sono i nostri falsi amici, i nostri veleni, le nostre menzogne.

L’incontro previsto con CORRADO ROJC verra’ posticipato a sabato 23 maggio.

Cogliamo l’occasione per ricordarvi i prossimi incontri:

Martedì’ 19 maggio – ore 18:00
FRANCESCO ALTAN presenta IL TRAFFICANTE DI BAMBOLE (Minerva edizioni 2015)

Dopo il successo de “Il Tessitore di Incubi”, dello stesso autore, ecco lo straordinario sequel mozzafiato di Francesco Altan.
I corpi esanimi di due fanciulle nude, con la gola squarciata, vengono rinvenuti nelle acque del Lago di Garda. Colpito negli affetti significativi e animato dalla sete di vendetta, un tatuatore, affiliato alla mafia russa viene fatto evadere da un carcere siberiano.  I migliori detective della neonata European Bureau Criminal Investigation, comandati da una donna, indagano su una serie di efferati omicidi e sul brutale mercato delle “schiave del sesso” provenienti dai paesi dell¹ex Unione Sovietica. Un traffico transnazionale gestito dalla mafia russa, serba e albanese, con un giro d’affari secondo solamente a quello delle armi e della droga.

FRANCESCO ALTAN (all’anagrafe Franco), scrittore, criminalista, è nato in provincia di Pordenone. E’ docente di criminalistica e criminologia all’Università della terza età. Ufficiale di polizia giudiziaria della squadra anticrimine del Commissariato di Polizia di Portogruaro, è in quiescenza. E’ inoltre consulente e relatore del progetto Zip per la prevenzione delle tossicodipendenze nelle scuole medie superiori del Veneto Orientale. Ha pubblicato diversi romanzi gialli.

mercoledì’ 20 maggio – ore 18:00
VALERIO MARCHI presenta IL SINDACO EBREO. ELIO MORPURGO IN FRIULI TRA OTTO E NOVECENTO (KappaVu, 2015)

In questo ultimo libro che raccoglie, riunisce e integra molto opportunamente alcuni contributi su Elio Morpurgo, il “sindaco ebreo”, l¹autore tocca un tema di grande interesse: il destino e le contraddizioni di un ebreo italiano che fu sindaco di Udine, deputato, sottosegretario di Stato e senatore, che aderì al fascismo e che fu brutalmente assassinato dai nazifascismi nel 1944. In questa parabola quasi emblematica ci sono molte delle caratteristiche tipiche degli ebrei tra Ottocento e Novecento: il loro entusiasmo, l’inserimento riuscito nella società che li circondava, il loro successo, la loro colpevole adesione al fascismo, il tradimento, la morte…Temi forse più adatti ad una tragedia greca piuttosto che ad un ritratto di storia civile e sociale.
Da buono storico Valerio Marchi non si stacca mai dalle fonti : in ogni sua pagina vi sono precisi riferimenti ai documenti o ai giornali presi in considerazione. Questo suo metodo estremamente rigoroso offre un quadro di riferimento molto vivace, che ci permette di vivere gli avvenimenti narrati come se fossero contemporanei a noi.

VALERIO MARCHI i dedica da molti anni a studi biblici e storici. Ha insegnato nelle scuole superiori discipline giuridiche ed economiche e dal 1997, Filosofia e Storia.

Dialoghera’ con l’autore, la storica SILVA BON.

venerdì’ 22 maggio – ore 18:00
STEFANO ARDITO presenta ALPI DI GUERRA, ALPI DI PACE Luoghi, volti e storie della grande guerra sulle Alpi (Corbaccio, 2015)

Allo scoppio della prima guerra mondiale gli eserciti italiano e austro-ungarico hanno scavato trincee, tunnel, strade di arroccamento e caverne artificiali, hanno costruito caserme e altri edifici, hanno installato reticolati e teleferiche e portato cannoni e mitragliatrici sulle vette più impervie. Nel 1917, dopo Caporetto, la maggior parte delle postazioni è stata abbandonata e dopo la fine della guerra le popolazioni di montagna sono sopravvissute recuperando ferro e cimeli. Un mestiere pericoloso, che a causa delle migliaia di ordigni inesplosi ha causato altre mutilazioni e altre morti. Oggi camminare sulle Alpi orientali significa rivivere la storia di cento anni fa. Una storia intessuta delle singole storie degli uomini, come le racconta Stefano Ardito, e dei luoghi che queste storie hanno ospitato e di cui conservano indelebile memoria.

STEFANO ARDITO nato a Roma nel 1954,  è giornalista e fotografo, regista di documentari e scrittore. Ha iniziato a scrivere guide nel 1980 ed oggi ha al suo attivo un’ottantina di volumi dedicati alle montagne italiane e del mondo. Nel frattempo collabora con numerose testate giornalistiche, in particolare con quelle specializzate in viaggi e natura. E’ stato tra i fondatori dell’associazione ambientalista Mountain Wilderness e tra gli ideatori del Sentiero Italia.

Dialoghera’ con l’autore, il giornalista e alpinista DUSAN JELINCIC.

sabato 23 maggio ore 17:30
CARTASTRACCIA
Incontro con l’Autore: DAVIDE MOROSINOTTO presenta LEONARDO DA VINCI. GENIO SENZA TEMPO (Edizioni EL 2015)
dai 7 anni.

DAVIDE MOROSINOTTO ci racconterà la vita e il genio di Leonardo Da Vinci, combinando in modo appassionante storia e avventura.
Un’occasione unica per tutti i bambini curiosi che avranno la possibilità’ di conoscere un’artista insuperabile attraverso le parole di un brillante autore.

Il libro fa parte della collana  “I GRANDISSIMI” Una nuova e appassionante collana che vuole raccontare ai bambini i grandi personaggi della Storia. Libri facili da leggere e difficili da dimenticare.

DAVIDE MOROSINOTTO è nato a Este nel 1980 e attualmente vive a Bologna dove lavora come traduttore, giornalista e scrittore per ragazzi. Fin da piccolo ha deciso che voleva raccontare delle storie e ha iniziato molto presto a scrivere e a partecipare a concorsi letterari. Ha vinto nel 2007 il «Mondadori Junior Award», è stato finalista al premio «Campiello Giovani», tra i vincitori del concorso «Giallo Wave», nonché finalista al «Premio Urania» 2004.  Le sue storie sono pubblicate dalle più importanti case editrici i: Edizioni EL, Rizzoli,  Piemme Battello a Vapore…

sabato 23 maggio – ore 18:00
CORRADO ROJC presenta LA FISARMONICA e IL METODO PER ARMONICA A MANTICE (Limina, 2014)

Il Maestro Corrado Rojc presentera’  il cofanetto cd+dvd dedicato all¹Armonica a mantice di Giuseppe Greggiati con la prima registrazione assoluta di alcune sue musiche eseguite sulla copia dello strumento originale dell’epoca.
Il Metodo per armonica a mantice è stato scritto nel 1842 da Giuseppe Greggiati.

CORRADO ROJAC nato a Trieste, ha studiato fisarmonica nella sua città natale con Eliana Zajec, perfezionandosi poi con Mogens Ellegaard, Friedrich Lips, Joseph Macerollo, Hugo Noth e Vladimir Zubickij. Primo Italiano a diplomarsi in fisarmonica presso un Conservatorio di Stato, è anche uno dei primi docenti di tale strumento presso Istituzioni Statali, dapprima ai Conservatori Pergolesi di Fermo e Campiani di Mantova, attualmente al Tartini di Trieste.

martedì’ 26 maggio – ore 18:00
PAOLA PASTACALDI presenta L’AFRICA NON E’ NERA (Mursia, 2015)

Dietro le spalle la miseria, davanti il sogno di un posto al sole che il Duce ha promesso agli italiani. Terra, denaro, lavoro, benessere e donne, le belle africane: questo immagina Francesco, mentre si fa largo a spintoni sulla scaletta del Cesare Battisti, dove si accalcano decine di viaggiatori, commercianti, imprenditori e militari, diretti in Eritrea. L’Africa sarà da quel momento il suo destino e la bella città di Asmara la sua piccola patria. Quello di Francesco è il romanzo degli italiani che hanno investito tutto nell’epopea coloniale, ma che alla fine hanno conosciuto la sconfitta e la prigionia sotto gli inglesi o la fuga sulle navi bianche. Ma, anche quando il tutto è svanito da tempo, Francesco resta in Eritrea e ne segue il destino: il declino economico della colonia e poi l’amministrazione militare britannica. La sua vita e quella della figlia Lidia restano irreversibilmente intrecciate alla storia di un popolo che volevano conquistare e da cui sono stati invece conquistati. Un romanzo eroico e amaro, denso di personaggi straordinari che incarnano tutte le contraddizioni di quelli che sono stati chiamati gli italiani d’Africa.

PAOLA PASTACALDI, nata a Treviso, vive e lavora a Milano. Giornalista, scrittrice e saggista – laureata in filosofia a Ca’ Foscari – è da anni esperta di comunicazione e autrice di numerose pubblicazioni. E’ stata cronista alla Tribuna di Treviso e inviato speciale in Mondadori.  Ha insegnato “Analisi critica e comparata della stampa italiana e straniera” all¹Università degli Studi di Milano, all¹Università Cattolica e all’Università di Cagliari.
Ha avuto due nonni vissuti in Africa. Il nonno paterno, Giuseppe Pastacaldi, un diplomatico livornese, ha vissuto in Etiopia dal 1890 sino alla morte, avvenuta nel 1921. Giuseppe Pastacaldi è stato sepolto ad Harari. Il nonno materno, veneto di origini, si è trasferito in Eritrea, ad Asmara nel 1935, occupandosi della distribuzione dell’acqua.

mercoledì’ 27 maggio – ore 18:00
GIACOMO BATTARA presenta LE FOLLIE DI GREGORIO (Minerva Edizioni, 2015)

È un viaggio introspettivo dentro le emozioni del protagonista ritenuto folle per la sua lucidità stupefacente, per la sua sincerità disarmante e all’interno del suo pensiero tanto innocente quanto sconcertante. Tanti i personaggi che come pezzi unici di un mosaico favoloso, si intersecano prima e si sistemano poi, in un loro posto che sembra destinato ancestralmente, fino a formare il quadro astratto, laconico ma scintillante, della vita di Gregorio.

GIACOMO BATTARA vive e lavora a Ferrara. Dopo gli studi universitari in Giurisprudenza e il Master in Giornalismo e Comunicazione Scientifica, si è dedicato a un’intensa attività di divulgazione culturale, facendosi promotore di numerosi progetti editoriali. Collabora con diverse case editrici e dirige la collana Narrativa di Minerva per Minerva Edizioni.

Dialoghera’ con l’autore, FRANCESCO ALTAN.

giovedi’ 28 maggio – ore 18:00
STUDIOCINQUE E ALTRO presenta FUROSHIKI

FUROSHIKI e’ una tecnica tradizionale giapponese per impacchettare, con del tessuto, qualunque oggetto.
Attraverso sapienti pieghe e opportuni nodi, e senza ricorrere a cuciture è possibile impacchettare con il tessuto qualunque oggetto, adeguandosi alle forme del contenuto e sfoggiando una molteplice quantità di effetti “packaging”. In origine, il furoshiki era una canestro da lavanderia usato per trasportare gli abiti al bagno pubblico e, anche nelle epoche successive, è stato principalmente associato a questo uso. Lentamente, però, il fazzoletto è stato ingrandito o rimpicciolito, adeguandosi alle misure di qualunque oggetto di cui si volesse far dono o che si intendesse trasportare in modo pratico. Nel 2006 il ritorno in auge del furoshiki è stato patrocinato da una lungimirante iniziativa del Ministro per l’Ambiente giapponese che ne ha proposto l¹uso nella vita quotidiana come alternativa ecologica all¹utilizzo delle borse di plastica.

L’Associazione STUDIOCINQUE E ALTRO dara’ una dimostrazione pratica di questa tecnica e in particolare mostrerà’ ed insegnerà’ come fare in modo semplice un bellissimo porta libri.

sabato 30 maggio – ore 11:30
CARTASTRACCIA presenta
Ultimo imperdibile appuntamento della stagione con le AMBASCIATRICI di NATI PER LEGGERE dedicato a tutti i bambini dai 0 ai 6 anni.

Apertura dal lunedì al sabato dalle ore 9:30 alle ore 20:00 – la domenica dalle 10:00 alle 19:30
Lovat Cafè – Lovat Vini & Vinili è aperto negli stessi orari. chiuso la domenica.
per prenotazione tavoli tel. 335.1430583

Libreria Lovat Trieste – Don s.r.l.
Viale Venti Settembre, 20 – 34125 Trieste (TS)
Tel. 040.637399 – Fax. 040.3403803

Annunci