SOLIDARIETA’ COL POPOLO GRECO!

di circolomanifestotrieste

COMUNICATO STAMPA

Con preghiera di cortese pubblicazione

La Grecia ha urgente bisogno della nostra solidarietà di Europei.

I prossimi giorno sono cruciali. Il nuovo governo di Alexis Tsipras ha intrapreso dei negoziati per attuare il mandato popolare. Applicando il suo programma di guarigione economica e democratica, Syriza può riuscire a cambiare la Grecia e, insieme a noi, cambiare le regole dell’Europa per poter uscire dall’austerità. La troika, Angela Merkel, i liberali e i poteri finanziari lo sanno. Vogliono azzerare questa possibilità. Per questo la Banca Centrale Europea ha deciso di cambiare il sistema di garanzie sui prestiti nelle banche greche.

Vogliamo essere al fianco del governo greco: a Syriza deve essere lasciato il tempo che serve per riavviare lo sviluppo del paese su nuove basi, invece di soffocarlo.

Tutte le forze che rifiutano l’austerità e il ricatto del debito si sono mobilitate perchè si amplifichi la pressione popolare nei vari paesi dell’UE sui rispettivi governi, sulle banche centrale e sulla BCE, moltiplicando le azioni di solidarietà in tutta Europa:

  • l’11 Gennaio, il giorno dell’incontro straordinario dell’Eurogruppo,
  • tutta la settimana dall’11 al 17 Febbraio,
  • durante il Consiglio Europeo del 12 e 13 Febbraio,
  • e fino all’Eurogruppo del 17 Febbraio.


Per l’Italia,

sabato 14 febbraio si terrà una MANIFESTAZIONE NAZIONALE

a ROMA, ore 14, P.za Indipendenza.

http://triestepertsipras.blogspot.it/2015/02/atene-chiama-litalia-risponde.html

 

La manifestazione è stata promossa dall’appello “Cambia la Grecia – Cambia l’Europa” <http://www.cambialagreciacambialeuropa.eu/appello.html> . Alla  manifestazione hanno aderito tutti i soggetti che hanno sostenuto la lista L’Altra Europa con Tsipras, oltre ad altre sigle che si aggiungono ogni giorno.

A Trieste, avrà luogo un

PRESIDIO DI SOLIDARIETA’ COL POPOLO GRECO,

PER LA DIFESA DELLA DEMOCRAZIA GRECA CONTRO OGNI ILLECITA INGERENZA E PRESSIONE AUTORITARIA

mercoledi 11 febbraio

alle ore 16

in Piazza della Borsa

http://triestepertsipras.blogspot.it/2015/02/atene-chiama-trieste-risponde.html

Riteniamo che il voto greco, democraticamente espresso nelle elezioni del 25 gennaio debba essere rispettato.

Riteniamo altresì che organismi non democraticamente eletti, non possano condizionare, influenzare, limitare o mettere in discussione gli orientamenti e le scelte politiche che da quel voto sono emerse e che il governo greco intende portare avanti.

Ricordiamo sommessamente che i valori dell’uguaglianza tra gli Stati, della pari dignità e della pratica democratica degli stessi sono alla base dell’ Unione Europea .

I cittadini greci che sono scesi in piazza, in quella simbolica ed al contempo fisica agorà da cui trae origine la democrazia, ricordano agli immemori ed ai prepotenti di ogni luogo che la loro dignità non è in vendita, che non esiste ricatto contabileo finanziario da opporre alla loro storia, alla loro identità, alla loro cultura, per fiaccarne al resistenza, l’orgoglio e la determinazione. E che sono intenzionati a difendersi, a non accettare passivamente i ricatti, i diktat, le minacce. A dimostrare infine che una alternativa all’ austerità, al rigore, alla miseria che la crisi finanziaria ha prodotto, è possibile: ma solo uscendo dai meccanismi perversi e distorti che l’ hanno generata.

Ascoltiamo le loro voci, sosteniamo le loro ragioni, manifestiamo la nostra solidarietà, la nostra vicinanza alle loro giuste rivendicazioni.

Invitiamo quanti, pochi giorni fa hanno dichiarato la loro affinità alle posizioni politiche espresse da Syyriza – ad esempio la Presidente Debora Serracchiani e il capogruppo regionale di SEL Giulio Lauri – a essere presenti con noi,

mercoledi 11 febbraio

alle ore 16

in Piazza della Borsa.

 

Trieste, 8 febbraio 2015

MARINO CALCINARI

Portavoce della

Associazione Politica per la Costituente della Sinistra

APCS “TSxTSipras”

atenechiama

 

VolantinoDifendiamociB

Annunci