VENERDI 14 Novembre: sciopero!

di circolomanifestotrieste

Inoltro, con preghiera di diffusione.

caro/a  compagno/a

VENERDI 14 Novembre i comitati territoriali della Lista “L’ALTRAEUROPA con Tsipras” aderiranno alle iniziative di mobilitazione e di lotta organizzate dalla FIOM CGIL , che culmineranno  a Milano in una grande manifestazione ,  ed allo sciopero generale indetto dai sindacati di base e dai movimenti di studenti e precari che si svilupperà attraverso tantissime iniziative , in molte città.
Per Trieste l’ appuntamento di venerdì  è alle ore 9 in PIAZZA GOLDONI. 
Da li’ muoverà un corteo che sfilerà per  le vie cittadine e si concluderà- salvo diverse indicazioni del’ ultima ora – in Piazza Unità .
L’Associazione per la Costituente della Sinistra (APCS) “TSXTsipras” aderisce allo sciopero indetto dal sindacalismo di base, ed invita quindi i propri aderenti, simpatizzanti, sottoscrittori a partecipare , ad essere presenti , con le loro  motivazioni  e sensibilità ,  per dare vita ad un corteo multiforme, vario, allargato e partecipato che renda visibili le parole d’ ordine su cui ci siamo mobilitati:
la difesa dell’ art.18, dello Statuto dei lavoratori, dell’ estensione dei diritti ; il reddito minimo garantito ,  come strumento di contrasto al ricatto della precarietà, il diritto alla casa e l’ esigibilità di un lavoro dignitoso , come recita l’ art 36 dell Costituzione:
” Il lavoratore ha diritto ad  una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e IN OGNI CASO  sufficiente ad assicurare a se’  ed alla famiglia un ‘ esistenza libera e dignitosa.” 
Ora , noi sappiamo che non solo questo articolo da tempo  è stato disatteso ma anche che , col Job Act e i provvedimenti ad esso collegati, esso verrebbe di fatto cancellato e reso provo di significato.
Non solo, ad essere colpiti, annullati, resi inesigibili – attraverso decreti legge o leggi deroga- sarebbero TUTTI QUEGLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE materiale del paese che riguardano la democrazia economica ,  la dignità delle persone , i principi di solidarietà e di uguaglianza cui la nostra carta costituzionale si ispira.
SIAMO DECISAMENTE CONTRO RENZI ed il suo governo di larghe intese col centrodestra, ci opporremo alle  sue politiche autoritarie ed antidemocratiche . 
All’ austerità ed al fiscal compact bisogna rispondere  con un piano straordinario per il lavoro , con  la riconversione ecologica  dell’ economia, per la rinegoziazione del debito, la regolamentazione della finanza, con una patrimoniale sulle grandi ricchezze , ripristinando l’ art.81 della  Costituzione , malamente sfregiato in omaggio alla logica finanziaria che domina a Bruxelle. 
Per ottenere  un vero cambio di rotta il primo obiettivo è lavorare per imporre , dopo questa data 
LO SCIOPERO GENERALE.
Che sfiduci questo governo e al contempo costruisca  le condizioni per riaggregare LA SINISTRA di ALTERNATIVA , come altrove in Europa sta già accadendo.
NON E’ IMPOSSIBILE. CAMBIARE SI PUO’-  ya, PODEMOS !
Marino Calcinari
APCS “TSXTsipras”img093
Annunci